Museum opening hours: Lunedì chiuso

Vicolo Pierluigi, 3

Palestrina (Roma)

NECROLOGIO PER REINHOLD SCHLÖTTERER

La Fondazione Giovanni Pierluigi da Palestrina comunica con grande rammarico la scomparsa di Reinhold Schlötterer, deceduto il 17 settembre 2021. Nato a Monaco nel 1925, dopo la Seconda Guerra Mondiale, nella quale venne gravemente ferito, praticò l’attività di organista nella città natale dove compì gli studi in musicologia con Rudolf von Ficker. Dopo la morte di questi fu ‘adottato’ dal successore Thrasybulos Georgiades per costituire un importante tassello nella gamma degli insegnamenti della Facoltà di Musicologia dell’Università Ludwig-Maximilian di Monaco di Baviera. La sua grande competenza in ogni genere ed epoca della musica universale si esplicava soprattutto in campo metodologico. Impressi altrettanto da una forte erudizione classico-umanistica, nelle sue esperienze rientravano pure studi di ambito greco e bizantino, con importanti affacci su aspetti teorici come anche etnomusicologici: si ricordano al riguardo sue ricerche sul campo in area mediterranea, con particolare attenzione al folklore italiano e greco. La sua attività scientifica si muoveva con sovranità dal Medioevo al contemporaneo, soffermandosi sui peculiari ingredienti formali e derivazioni stilistiche entro diversi sistemi musicali.

Il suo massimo contributo alla formazione degli studenti presso la medesima università è stato in ogni caso per decenni (1956-1999) il campo della polifonia vocale, incentrata sulla figura del Pierluigi e sulla cifra compositiva che contraddistingue il linguaggio del suo contrappunto. L’ampia conoscenza dei fenomeni storico-musicali gli consentiva di muoversi con la stessa disinvoltura, attraversando crinali strategici, fino al Novecento, in particolar modo attestandosi sulla figura del concittadino Richard Strauss. Fondamentale al riguardo la sua iniziativa per la costituzione del Richard Strauss-Arbeitsgruppe, intorno al quale si raccolgono alcuni suoi saggi. Non casualmente i suoi lavori su Strauss coagulano in tal senso le aree e i generi musicali, dallo strumentale al vocale, nelle più raffinate interferenze di idioma e di contenuti.

Se il nome di Reinhold Schlötterer è noto a una cerchia ristretta di studiosi, segnatamente di area palestriniana, si deve a una costellazione di motivi generazionali e personali che lo ritraggono schivo, riservato e fortemente immerso nello studio.

Nella sua produzione editata, che non rende piena ragione della sua fervida e vivace attività musicologica, spicca come ovvio soprattutto il Cinquecento, comprendendo anche la preziosa edizione delle Prophetiae Sybillarum di Orlando di Lasso. Sul Pierluigi resta la sua densa e profonda monografia Palestrina compositore, opera vincitrice del primo Premio indetto dalla Fondazione nel 1994 per il miglior lavoro sul Palestrina. Si tratta di un volume che porta a compimento le considerazioni ed esperienze accumulate nel tempo da Reinhold Schlötterer sul grande polifonista italiano; volume che apre a nuove ulteriori suggestioni, in ideale continuazione e interlocuzione rispetto ai cardinali testi di Knut Jeppesen, noto pilastro di conoscenze sulle peculiarità tecniche ed espressive del Palestrina. Nel 2019 la Fondazione Giovanni Pierluigi da Palestrina ha voluto onorare il grande studioso conferendogli la massima onorificenza “Alma Imago Principis Musicae”.

Lascia un commento